Translate

Chi cerca... Trova!

giovedì 30 maggio 2013

Il gusto degli altri – 8: Pasquale Frisenda

Pasquale Frisenda





Splendida tavola da Magico Vento 31.
Pasquale Frisenda
Ricordo come se fosse ieri: Pasquale Frisenda, chino sul tavolo da disegno nello studio di Ivo Milazzo. Di fronte a lui c'era il collega Giuseppe Barbati e insieme aiutavano Milazzo nella realizzazione delle storie di Ken Parker Magazine. Ricordo ancora le tavole della storia Ore d'angoscia (KP Magazine n. 2), le matite, le correzioni di Ivo ma soprattutto le ore piccole che i due facevano. Pasquale in quel periodo era poco più che ventenne; ha davvero lavorato parecchio su Ken Parker e l'ho visto con i miei occhi.

Dal quel giorno il talentuoso artista ne ha fatta di strada: oltre venti avventure di Ken Parker disegnate in team con altri colleghi per poi approdare a Magico Vento, dove non solo realizza alcuni tra i numeri più belli ma anche le copertine dal n. 32 al n. 75. E naturalmente era ovvio il passaggio in prima classe: Pasquale approda nella scuderia degli artisti di Tex esordendo con lo speciale di Tex (Texone) n. 23 Patagonia, forse il suo capolavoro.

Pasquale Frisenda è un appassionato di cinema, conosce bene i grandi protagonisti del fumetto e queste sue passioni e conoscenze sono perfettamente evidenti nel suo stile: l'artista milanese realizza tavole dense di espressività e di dinamicità, tipiche di chi conosce i grandi maestri e di chi ha lavorato con loro. Pasquale è senza dubbio (insieme a Luca Vannini) l'erede artistico di Ivo Milazzo, ma non solo. Nelle tavole di Pasquale echeggiano il tratto dinamico di Gino D'Antonio, la pennellata espressiva di Alberto Breccia e un talento compositivo e narrativo davvero fuori dal comune. Nel suo lavoro c'è un grande studio e una grande professionalità.

In ogni sua tavola, in ogni suo studio, in tutti i suoi bellissimi sketch c'è il vero amore di un artista per il fumetto.


Ken Parker in un'illustrazione di Pasquale Frisenda, maestro dell'atmosfera.

I gusti di Pasquale Frisenda


1 - Mort Cinder di Hector G. Oesterherld e Alberto Breccia




Ogni volta che ho bisogno di ispirazione o di idee, apro uno dei volumi di quella serie e le trovo immancabilmente.”


2 - I mercenari (Storia del west n. 41) di Gino D'Antonio


3 - La città di Ricardo Barreiro e Juan Gimenez


4 - L'Uomo delle paludi di Sergio Toppi


5 - Il Golem di Dino Battaglia

6 - Bloodstar nel regno di Aesir di Richard Corben

7 - Alack Sinner di Josè Munoz
e Carlos Sampayo

8 - Chemako (Ken Parker n. 5) di Giancarlo Berardi e Ivo Milazzo


9 - La morte di Gwen Stacy (The amazing Spider-man n. 121) di Gerry Conway e John Romita sr.

10 - Amori tangenti di Miguelanxo Prado


E' stata durissima. Troppe cose sono state lasciate fuori... ma dieci titoli si esauriscono presto. Vorrei menzionare almeno Afromerica e La setta, di Hermann (fanno parte della serie di Jeremiah), e poi Le sette vite dello Sparviero, di Patrick Cothias e André Juillard. 
Ma anche Il ritorno del cavaliere oscuro di Frank Miller e Il commissario Spada di Gian Luigi Gonano e Gianni De Luca.
Ma non potrei dimenticarmi Tex - Terra promessa (Kento non perdona e Trading post), Gian Luigi Bonelli e Giovanni Ticci che ho letteralmente consumato.”


Per conoscere meglio il lavoro di Pasquale visitate il suo blog: Pasquale Frisenda cartoonist & illustrator


Il suo lavoro più bello: Patagonia (Tex speciale n. 23)


Tavole splendidamente disegnate che trasmettono l'epicità della frontiera. Pasquale Frisenda supera se stesso e realizza delle sequenze di massa degne di un colossal; luci e ombre usate magistralmente ricreano un'atmosfera che confermano la sua grande abilità nell'uso del bianco e nero.


Nessun commento:

Posta un commento

I testi apparsi su "Avventure di carta" sono tutti scritti da Ned (Nedeljko Bajalica) e possono essere pubblicati anche altrove, con la raccomandazione di citare la fonte e gli autori!

Le immagini sono qui inserite al solo scopo di documentazione e sono © degli aventi diritto.