Translate

Chi cerca... Trova!

Jac e Ned: disegni a quattro mani

Quelle che seguono sono le illustrazioni realizzate da Jac e Ned raffiguranti due dei personaggi più famosi di Jacovitti: Cocco Bill e Tom Ficcanaso.
Quando Jac mi chiamò per darmi le "matite" delle prime illustrazioni, mi disse che erano per delle ristampe delle storie dei due personaggi per il mercato giapponese. Stranissimo visto che i giapponesi amano quasi esclusivamente i loro fumetti. Ma a quanto pare non se ne fece più niente e le illustrazioni in parte furono utilizzate come cover per lo Jacovitti Magazine, la rivista ideata dallo Jacovitti Club a partire dal marzo 1994. 
Comunque questo fu uno dei miei primi lavori per Jac e uno di quelli di cui sono più orgoglioso. L'illustrazione  n. 11 fu la prima che realizzammo e lo si intuisce dal fatto che è l'unica a recare il nome di Jacovitti sopra il titolo. 

Ideazione, disegni e mezzatinta: Benito Jacovitti
rifinitura e inchiostri: Nedeljko Bajalica
Colori: Alfonso Castellari







 







ll disegno che segue mi fu commissionato da Jacovitti nell'estate del 1993. Jac mi chiamò dalla sua casa di Forte dei Marmi chiedendomi se potevo realizzare un disegno per COMIX il giornale dei fumetti con il quale Jac collaborava. Avrei dovuto solo realizzare il disegno, inviarlo alla redazione di COMIX e poi loro avrebbero provveduto alla colorazione. Per quel che mi disse Jac, il disegno serviva per realizzare delle stampe che COMIX avrebbe omaggiato al suo pubblico in occasione di una serata sui fumetti. 
Per realizzarlo mi ispirai alle scenografie del Pinocchio che Jac realizzò negli anni '60. 
Per saperne di più leggi: Jac e Ned 10° capitolo: Summer of '93

Ideazione e disegni e inchiostrazione: Nedeljko Bajalica
Colori: Ro Mercenaro (secondo quello che mi riferì Jacovitti)




Nel 1995 l'azienda trentina FRADE commissionò a Jacovitti alcuni disegni col fine di realizzare una serie di complementi d'arredo e gadgets in legno per i bambini. 
Jac sfornò una serie di disegni senza avere la minima idea di cosa volesse dire realizzare un disegno finalizzato a diventare un gadget. Piuttosto normale, credetemi. 
Quelli che vedete sotto sono degli orologi e un appendiabiti; purtroppo i colori messi dal colorista di Jac, Alfonso Castellari, furono pessimi: sbavature, colori freddi e spenti, insomma niente che potesse piacere a un bambino. Quindi dovetti armarmi di pazienza e inchiostrare per la seconda volta affinché venissero ricolorati con dei colori più caldi e vivi, lontani dall'abituale colorazione dei fumetti seriali. 

Ideazione e disegni: Benito Jacovitti
Rifiniture e inchiostrazione: Nedeljko Bajalica
Colori: Bogdan Bajalica



In questo disegno il Cupido che funge da pendolo era disegnato tra Cocco Bill e Osusanna, senza neanche i numeri principali per la segnalazione delle ore. Abbiamo quindi ritenuto giusto escludere il Cupido e al suo posto inserire il numero 12. L'angioletto fece più bella figura oscillando a destra e a sinistra. 
I puristi di Jac si lamentarono. Naturalmente non riuscivano a distinguere il fumetto dal gadget. 


Cover per il catalogo di Expocomics '96, 5à salone del fumetto tenutosi nella città di Bari. 
L'illustrazione mostra Cocco Bill in compagnia di Rex-J il personaggio protagonista del fumetto RAP.
Expocomics fu organizzata dai ragazzi dell'associazione Gulp, tra cui Michele LoiaconoAlessandro Bonifazi, Leonardo Rizzi Corrado Carfagna. Un bell'esempio di come con pochi soldi, ma ben usati, si possono fare mostre degne di una Lucca Comics (anche se in tono minore).

Supervisione: Benito Jacovitti
Ideazione, disegni e inchiostrazione: Nedeljko Bajalica
colori: Bogdan Bajalica




Cover di Cocco Bill di quà e di là pubblicato da Segio Bonelli Editore nel 1997. 
Realizzammo l'illustrazione all'inizio del 1996. 
Ideazione e disegni: Benito Jacovitti
Inchiostrazione: Nedeljko Bajalica
Colori: Luca Salvagno




Disegno per i 40 anni di Cocco Bill, realizzato per la rivista Jacovitti Magazine n. 14, giugno 1997.

Ideazione e disegno: Benito Jacovitti
Inchiostrazione: Nedeljko Bajalica
Colori: Luca Salvagno





Tra i primi lavori che realizzai con Jacovitti, ci furono una serie di vignette sul tema della medicina e della salute. Furono commissionate a Jac da un suo amico, Gianluigi Veronesi che fornì a Jacovitti i testi sotto forma di proverbi poi ampiamente modificati da Franco. 
Per quel che mi riguarda io ne inchiostrai circa una quarantina, non di più. Usai un pennino Brause 511.
Quelle che seguono sono una selezione delle migliori, pubblicate per la prima volta in bianco e nero così come le fotocopiai al tempo dopo averle inchiostrate. Successivamente vennero acquerellate da Jacovitti con la mezzatinta e colorate dal suo colorista, Alfonso Castellari. Per ognuna di essa ho scritto il proverbio medico a cui sono ispirate.
Per saperne di più: Jac e Ned 9° capitolo - Sette giorni su sette.

Testi: Gianluigi Veronesi e Benito Jacovitti
Disegni: Benito Jacovitti
Inchiostrazione: Nedeljko Bajalica


Qui potete vedere la cornice realizzata come "contenitore" delle vignette. Onestamente non ho mai capito dove furono pubblicate in origine, se per un quotidiano o una rivista scientifica. Comunque sia il risultato era pressapoco quello che vedete. La didascalia bianca, nella parte posteriore della cornice, doveva contenere il proverbio a cui la vignetta s'ispirava.

"Per il bambino stanco e ripetente
davvero non esiste alcun ricostituente."

"Contro l'influenza non è più un mistero
un buon vaccino ti protegge per un anno intero."

Chi sniffa la coca con fatica si accorgerà
che cuore e cervello per sempre ammalerà."

"Troppi adulti ignoran d'esser ipertesi
e chi lo è si cura per pochi mesi."

"Chi acchiappa il buon umore
del suo cuor sarà dottore."


I disegni che seguono furono realizzati tra il 1992 e il 1995. Per la maggior parte furono realizzati completamente dal sottoscritto. Quando Jacovitti era molto impegnato (a essere sincero non ricordo giorno che non lo fosse) lasciava a me il compito di sbrigare le richieste di disegni tipo l'omaggio a Federico Fellini oppure l'illustrazione per il Dylan Dog Horror Fest. Qualora vi fosse stato un compenso, Franco era solito lasciare tutto a me e non tratteneva niente per lui. 

Questo fu il primo disegno che realizzai per Jacovitti, sotto sua autorizzazione e supervisione. Si tratta di un orologio che producemmo insieme all'agenzia Il Soldatino (che al tempo curava i diritti e l'immagine di Jacovitti) e rappresentava un omaggio al maestro in occasione del premio alla carriera assegnatogli al Salone dei comics di Lucca nel 1992.

Ideazione disegni e inchiostri: Nedeljko Bajalica




Uno dei tanti pregi di Jacovitti era quello di fare beneficenza. Vicino la sua abitazione c'era la parrocchia di S. Ambrogio, a cui Jac era solito realizzare qualche disegno in occasione delle festività Natalizie. Da quando iniziò la nostra collaborazione, spettò a me questo compito.
Il disegno che segue fu il primo che realizzai per questa parrocchia.

Ideazione: Benito Jacovitti
Disegni e inchiostrazione: Nedeljko Bajalica




La notizia che Jacovitti avesse come assistente un certo Nedeljko Bajalica incominciò a spargersi lentamente nel mondo del fumetto. Salvatore Taormina realizzava la fanzine Cronaca di Topolinia e mi contattò per realizzare la copertina il primo numero del 1994. Questo fu il primo disegno a essere firmato Jac e Ned

Ideazione, disegni e inchiostrazione: Nedeljko Bajalica




Per la quarta rassegna del Dylan Dog Horror Fest fu realizzata la mostra "Ridere di Paura" in cui i più grandi fumettari italiani si cimentavano con il genere horror ma con una componente più ironica. 
Anche Jacovitti fu invitato a dare il suo contributo; credo che questo sia uno dei migliori disegni da me realizzati per Jac. Quando lavoravo in totale libertà, riuscivo a ricreare lo stile migliore del grande maestro.

Ideazione: Benito Jacovitti
Disegni e inchiostrazione: Nedeljko Bajalica




Il 1993 fu un grande anno per il cinema italiano: Federico Fellini ricevette il suo quinto Oscar, questa volta alla carriera. Anche per quest'occasione, le migliori firme del fumetto italiano omaggiarono il grande regista con la loro arte. Questo disegno fu pubblicato nel n. 4 della rivista Il Grifo (anno 1993).
Per saperne di più leggi: Jac e Ned 8° capitolo - 70 volte Jac!

Ideazione: Benito Jacovitti
Disegni e inchiostrazione: Nedeljko Bajalica




Disegni per la tessera dello Jacovitti Club. Il logo fu ripreso dal bellissimo libro di Piero Dami del 1974.

Ideazione: Benito Jacovitti
Disegni e inchiostrazione: Nedeljko Bajalica




Non poteva che rivolgersi a Jacovitti, un'azienda come Fiorucci, specializzata in salumi. 
Per saperne di più leggi: Jac e Ned 8° capitolo: 70 volte Jac!

Ideazione e disegni: Benito Jacovitti
Inchiostrazione: Nedeljko Bajalica




L'unica cover per un Diario Vitt che mi sia mai capitata di disegnare. Sopra potete notare le indicazioni per i colori. La scritta "Diario Vitt" verrà successivamente cambiata a favore di una di più tondeggiante non realizzata da Jac.

Ideazione e disegni: Benito Jacovitti
Inchiostrazione: Nedeljko Bajalica




Questo è un inedito che pochissimi conoscono e che i collezionisti vorrebbero avere. Durante il periodo militare (al tempo era obbligatorio), alcuni ufficiali vennero a conoscenza della mia collaborazione con Jacovitti e mi chiesero se il maestro fosse disposto a disegnare l'invito per la loro festa degli ufficiali. Franco acconsentì immediatamente e lasciò a me l'incarico.
Per saperne di più leggi: Jac e Ned 12° capitolo - AT...Tenti!

Ideazione disegni e inchiostrazione: Nedeljko Bajalica




Questo disegno mi fu commissionato da Jacovitti (credo su richiesta di Edgardo Colabelli)per un'associazione denominata "Amici della merla" di cui faceva parte anche Giorgio Cavazzano. Non ricordo altri particolari e quindi spero di non sbagliare. Comunque lo disegnai durante il periodo della naia. 

Per saperne di più leggi: Jac e Ned 12° capitolo: AT... Tenti!


Ideazione, disegni e inchiostrazone: Nedeljko Bajalica


Nessun commento:

Posta un commento

I testi apparsi su "Avventure di carta" sono tutti scritti da Ned (Nedeljko Bajalica) e possono essere pubblicati anche altrove, con la raccomandazione di citare la fonte e gli autori!

Le immagini sono qui inserite al solo scopo di documentazione e sono © degli aventi diritto.